Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
3 ottobre 2011 1 03 /10 /ottobre /2011 11:27

                         Trio Embden tedesca

 

 

Da Ottobre a Dicembre:

Due pasti al giorno composti di avena/orzo integrali, in ammollo o laminati e frumento nella razione di 120 g. a capo; per coppia 200 g. di avena/orzo + 40 g. di frumento.

Alla sera 150 g. a capo; per coppia 200 g. di avena/orzo + 100 g. di frumento.

L' avena e l' orzo devono essere preventivamente lavati per bene, messi in ammollo almeno per 24 ore e poi, prima di essere somministrati, bisogna lavarli nuovamente e accuratamente.

L' ammollo o la laminatura, serve per migliorare la digeribilità di questi cereali e di conseguenza l' assimilazione delle proprietà in essi contenute.

Volendo si può aggiungere al composto farina di medica per l' alto contenuto di vitamina K, questo se non si ha a disposizione verdura fresca da fornire alle oche. La vitamina K, detta vitamina antiemorragica, è totalmente assente nei cereali, mentre ne sono ricchi appunto i vegetali in genere come quelli sotto elencati . Inoltre sarebbe opportuno aggiungere olio di fegato di merluzzo per l' alto contenuto di vitamina A e D3, due vitamine di primordiale importanza nell'alimentazione delle oche, soprattutto per quelle di grosse dimensioni come le Embden. La vitamina A è un potente antiossidante pertanto previene malattie in genere rafforzando le difese immunitarie degli animali; la vitamina D3 favorisce l' assimilazione del calcio. In autunno/inverno, le ore di sole diminuiscono per cui la vitamina D3, contenuto nei raggi UV del sole, viene meno, quindi in questo periodo dell'anno è bene aggiungere questo importante ingrediente. Io personalmente lo do per tutto l' arco dell'anno, tranne durante il periodo della riproduzione_ seppure è proprio durante la deposizione delle uova che la femmina necessita di un alto contenuto di vitamina D3 che le favorirebbe una maggiore assimilazione di calcio e conseguentemente la formazione ottimale dei gusci delle uova_ perché, fornendo alimento in pellet, non sarebbe opportuno l' inserimento di olio in un alimento secco. Favorire la vitamina E, detta vitamina della fertilità, attraverso i cerali menzionati, e se si vuole, integrare al pasto olio di germe di grano, ricchissimo di vitamina E! Aggiunta di integratori vitaminici e sali minerali al composto. Verdura a volontà: cavol fiore, verza, cavolo nero, cima di rapa e mele.

Da Gennaio ad Aprile:

Mangime in pellet ( stagno2 della girasole) ad libitum ( le oche devono essere alimentate con mangimi sotto forma di granaglie o in pellet, mai con sfarinati, tranne durante le prime settimane di vita ovviamente), anche se le oche hanno la possibilità di pascolare da marzo ad aprile, non deve mai mancare loro il mangime. E' stato dimostrato che fornendo alimento ad alto contenuto di proteine ( nel caso delle Embden 20/22%), quattro settimane prima della deposizione, che avverrà in febbraio ( massimo a marzo il primo anno, in base al mese in cui sono nate le femmine. Dal secondo anno di vita le Embden però deporranno sempre in febbraio), favorirà una maggiore quantità di uova e un maggior numero di schiuse delle stesse.

Aumentare in questo periodo il contenuto di sali minerali e mettere a disposizione della femmina il grit ( pezzi di ostrica) e la comune sabbia in riva al laghetto o in una ciotola. La sabbia non deve mai mancare per tutto l' arco dell'anno in quanto, oltre ad essere un ulteriore fonte di calcio, favorisce la digestione del foraggio ingerito.

Da Maggio a Settembre:

Pascolo tutto il giorno ( trifoglio bianco/rosso e tarassaco) e alla sera 150 g. a capo di avena/ orzo e frumento; per coppia 200 g. di avena/orzo e 100 g. di frumento. Diminuire il contenuto di sali minerali. Frutta di stagione come angurie, mele, pesche, fichi, prugne, sono ben appetite alle oche!

Per tutto l' anno, invece, deve essere aggiunto in una ciotola, che contenga almeno 5 litri di acqua, un cucchiaino da tè colmo di lievito di birra in polvere ed uno di zucchero; bisogna far sciogliere il composto in una tazza e poi aggiunto nella bacinella. Il lievito di birra è un vero portento in quanto è ricco di vitamine e sali minerali dei quali necessitano gli animali; esso contiene tra l' altro, un alta quantità di niacina che previene la debilitazione delle zampe a cui sono soggette le Embden. Il lievito incrementa la crescita dei soggetti giovani, del 20/30% e favorisce la muta conferendo alle oche un aspetto davvero florido!

 

NB=

Le razioni suggerite sono suscettibili di modifiche a criterio dell'allevatore in quanto bisogna tener conto della quantità di verdure fornite alle oche durante il periodo autunno/inverno e della qualità/ quantità del foraggio che gli animali consumano durante la bella stagione. Nel periodo pre-deposizione ogni pasto non dovrebbe durare oltre i 15 minuti; le oche devono consumare tutto il pasto senza lasciare rimasugli. Diversamente bisognerà diminuire la quantità in modo tale che il pasto venga consumato entro il tempo necessario. Contrariamente a quanto appena detto, se invece il pasto viene consumato al di sotto di tale tempistica, allora bisogna aumentare le dosi. Ma sappiate che durante il periodo pre-deposizione, i riproduttori non devono essere alimentati troppo e tenuti, per così dire, in riserva; un maschio con eccesso di adipe avrà difficoltà ad accoppiarsi e inoltre il grasso in eccesso potrebbe causare danni permanenti all'apparato riproduttivo. Stessa cosa per la femmina la quale, in caso di obesità, deporrà meno uova.

Un ultima cosa sui cereali menzionati; nel periodo pre-deposizione favorire maggiore quantità di avena e orzo integrali, piuttosto che di frumento; entrami questi cereali sono ricchi di vitamine soprattutto di vitamina E, molto importante come suddetto, inoltre contengono maggior fibra. La fibra,altamente contenuta nell'orzo e nell'avena integrale, impedisce un eccessivo metabolismo dei grassi. Il frumento è un ottimo cereale ricco di vitamine e proteine, ma durante il periodo pre-deposizione l' alimentazione non deve contenere troppe proteine e il frumento è il il cereale che ne contiene maggiormente. Bisogna evitare eccessi di proteine durante il periodo autunno/inverno che ( avvalorato da studi scientifici), è poco salutare per le oche in questa fase dell'anno. Pertanto il contenuto in proteine in questo periodo deve essere al massimo del 14% e minimo del 10%, valori che determinano il mantenimento del peso forma delle oche, al di sotto del 10%, gli adulti cominciano a dimagrire. Tutti e tre questi cereali, soprattutto l' avena, contengono gli aminoacidi essenziali che contribuiscono allo sviluppo degli ormoni sessuali. Volendo, sempre durante il periodo autunno/inverno, dare al primo pasto solo avena/orzo e al secondo aggiungere il frumento perché, quest'ultimo, alla pari del mais, favorisce un aumento della temperatura corporea e questo permetterebbe alle oche di far fronte al meglio, alle lunghe e fredde notti invernali.

Tornando alla qualità del pascolo durante la bella stagione, il foraggio che le oche consumeranno, dovrà contenere ottime proprietà alimentari, quindi il trifoglio, il tarassaco o la medica sono ottimi, quest'ultima però è poco accettata dalle oche. Pertanto sarebbe opportuno predisporre un area verde in cui verrà seminato del trifoglio bianco e rosso e del tarassaco. La qualità in termini di proprietà alimentari del foraggio, raggiunge il suo apice dal mese di aprile fino a giungo, da luglio in poi queste vengono a diminuire; il contenuto in proteine e vitamine è notevolmente influenzato dal clima. Per conoscere il massimo grado di tali proprietà è importante sapere che il trifoglio, per esempio, deve raggiungere almeno i 12 cm di altezza, prima di essere consumato e deve essere di colore verde intenso, non deve avere macchie giallastre ne tanto meno deve aver raggiunto la fioritura.

La scelta del pellet ad alto contenuto proteico, è suggerita dal desiderio di spingere la femmina a deporre più uova possibili, tuttavia si può tranquillamente proseguire con i cereali esaminati, ma con una maggiore quantità di frumento e altri elementi che nel totale dovranno raggiungere il 20/22% di proteine. Questo si può ottenere aggiungendo ai cereali farina di soia, ricca di proteine, o farina di pesce, che pare dia risultati ottimi sotto il profilo, non solo in un numero maggiore di deposizione, ma anche di schiusa delle uova e di fertilità delle stesse. Oppure farina di carne, la più ricca di proteine, o latte in polvere o ancora aumentando le dosi di lievito di birra, magari introducendolo anche nel pasto, oltre che nell'acqua. Queste varianti, inoltre, ci permetteranno di utilizzare ancora il prezioso olio di fegato di merluzzo, dato che, come suddetto, nel pellet non sarebbe opportuno usarlo.

Dopo il periodo della deposizione si dovrà tornare ad un contenuto proteico pari al 10/14%, dato che le oche ingeriranno sufficienti quantità di questo dal foraggio durante il pascolo.

Invece consiglio caldamente di evitare assolutamente il mais, sempre! Troppo ricco di amido e lipidi, che lo rendono poco adatto ai riproduttori. Ben venga il mais per chi volesse fare l' oca con le patate o ripiena, insomma per l' ingrasso e per migliorare il sapore delle carni è un ottimo cereale.

 

PROPRIETA' CEREALI.

 

MAIS PROTEINE CALORIE GRASSI

 

America: 8.8% 1559.09 3.8 %

Italia: 10 % 3200 4.3 %

Inghilterra: 6,7 % 6500

Germania: 7.7 % 1375

 

 

 

 

ORZO

America: 11.6 % 1200.00 1.8%

Italia: 10.3 % 2750 2%

Inghilterra: 9.0 % 5460

Germania: 8.2 % 1143

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GRANO/FRUMENTO

America: 15.7 590.91 3.0%

Italia: 12.0 % 3000 1.9 %

Inghilterra: 8.8 % 6290

Germania: 9.7 % 1278

 

 

 

 

 

 

AVENA

America: 11.4 % 1159.09 4.2 %

Italia: 11.5 % 2450 4.5 %

Inghilterra: 8.5 % 4080

Germania: 8.6 % 1025

Condividi post

Repost0

commenti

Présentation

  • : ALLEVAMENTO DELL' OCA DI EMBDEN
  • : Questo blog è stato creato per far conoscere agli appassionati dell' argomento l' oca di Embden. Un colosso di origine tedesca in pericolo di estinzione.
  • Contatti

Recherche

Liens