Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
9 maggio 2011 1 09 /05 /maggio /2011 12:29

hpic18a    TRA LE CANNE 

 

Mentre il centro e il sud dell'Europa allevavano le loro piccole oche bianche e il Pilgrim, per alcuni il West of England (soprattutto in Francia settentrionale e nella Gran Bretagna); i tedeschi prediligevano le dimensioni fuori standard. Jurgen Parr cominciò la selezione di oche dalla livrea candida che noi conosciamo oggi come Embden. La razza si originò nel nord ovest delle terre basse del nord della Germania, in prossimità dei fiumi Ems ed Aller ed in Frisia orientale ( patria delle vacche e delle pecore lattiere frisona)  . È un'area di pantani e brughiere, mischiati con ampie valli di fiumi il cui centro attuale è la città di Hannover. Un origine che risale addirittura al XIII° secolo.

Le Embden furono importate attraverso il porto di Emden ,nello sbocco del fiume Ems ed in Bremenhaven, nello sbocco dell'Aller, ed almeno una delle spedizioni arrivò in Inghilterra per Harwich; un destino appropriato, poiché l' allevamento di animali da cortile è stata sempre di grande importanza in West England. Una volta adottate dagli inglesi questi uccelli presero ad essere denominate appunto Embden, con l' aggiunta della lettera ”b” dall'idioma anglosassone, nella prima metà del XIX° secolo.

La razza fu registrata in Gran Bretagna nel 1815, menzionata per la prima volta da Bongton Moubray in Ornamental Domestic Poultry; Egli scrisse che le oche di Embden <<sono tenute nella stima più alta da una moltitudine di allevatori. Sono uccelli con un piumaggio bianco candido sia il maschio che la femmina di taglia superiore al comune>>.

Può essere che si eseguirono piccole importazioni prima di quella data, poiché Hannover ebbe gli stessi monarchi di Inghilterra ( Jorges e Guillermos), tra 1714 e 1837 e ci furono tra tutti e due i paesi, diversi viaggi durante quell'epoca.

Le importazioni a grande scala di Embden nel 1815 ("di taglia straordinaria", come descrissero allora), furono il risultato del fine guerra napoleonica e di Waterloo. In quella data i prussiani, alleati di Inghilterra, dirigevano tutta l'area di Hannover, includendo Frisia orientale ed i suoi domini si estendevano quasi fino a Waterloo da ovest come parte della ricompensa per il suo aiuto nella lotta contro Napoleone.

I britannici che cooperarono strettamente coi prussiani, videro, scambiarono e mangiarono alcune di queste impressionanti oche della zona come parte del loro vettovagliamento con "prodotti" della terra; così viene riportato fedelmente nei documenti esistenti. Sembra più probabile che il rapido trasporto di queste oche in Inghilterra, nell'anno in cui terminarono le ostilità, fosse il risultato diretto dell'ammirazione e della avidità dei vari ufficiali dell'esercito inglese che servivano lì.

L' Embden venne importata anche in America nel 1820 (dove venne chiamata inizialmente oca di Bremens, dal nome del porto in cui si imbarcarono per raggiungere l' America).

Il primo importatore fu James Sisson, di Rodai Island, il quale subito esibì i suoi esemplari nelle fiere di animali da cortile più importanti della zona; Sisson affermò: << Queste oche dal candido piumaggio depongono in febbraio e covano con maggiore certezza dell'oca comune; per quanto pesino più del doppio rispetto alle oche dei nostri cortili; posseggono la stessa quantità di penne, ma di una bianchezza più immacolata, pari alla neve>>.

Gli americani erano contenti dei loro esemplari di Embden che raggiungevano i 9 kg nel maschio e gli 8 kg la femmina. In Gran Bretagna, il desiderio di uccelli più pesanti per gli show vittoriani diede luogo a pesi di 13.5 kg per i maschi e 10 kg per le femmine; soggetti citati in Wright nel 1902. Quando nel 1906 si registrò il peso di 15.5 kg per i maschi. Con lo stile naïve, Wiscombe dipinse “L'Oca Pasquale” e chiese un esemplare di 19 kg per la sua effige; tali pesi erano stati riportati dal Caseificio Show di questi uccelli bianchi i quali pare siano stati ibridati con l' oca di Tolosa.

Il fatto che questa taglia fu realizzata attraverso l' incrocio dell' Embden con la Tolosa, fu indicato da una nota dell'Arnhursts in Wright nel 1902. Questo incrocio influenzò l'aspetto di questi uccelli, e diede luogo ad un aumento in produzione delle uova, da 15 a 30 uova l' anno. L' Embden inglese acquisì un becco abbastanza corto e robusto e testa forte su un collo lungo ma abbastanza spesso. In contrasto, gli uccelli tedeschi erano più esili, con una minore inclinazione alla chiglia e alla bavetta; problema alquanto ricorrente negli esemplari di tipologia inglese di maggiore taglia.

 

Embden inglese.

 

La riproduzione con gli Embden inglesi puri è divenuta estremamente difficile da ottenere. Sono pochi gli esperti che conoscono un vero Embden; non è solo un'oca bianca; deve avere un corpo massiccio e la postura corretta. Well sostiene che i giovani esemplari raggiungono i 10 kg per Natale e i soggetti più vecchi i 15.5 kg. Tali uccelli non possono essere prodotti da allevatori commerciali, i quali utilizzano incubatoi industriali, poiché i maschi non sono particolarmente fertili e le femmine depongono meno di 30 uova.

Si sono eseguite diverse ibridazioni durante gli ultimi 50 anni e sfortunatamente molte oche bianche di volume e figura mediocri, vengono denominate impropriamente Embden. Il confronto tra la taglia della razza autentica e quella di queste oche bianche è sorprendente, poiché queste ultime normalmente hanno meno della metà del peso che le prime. Bisogna valutare il ceppo dei genitori prima di comprare esemplari di questa razza e selezionare per dimensioni. Gli Embden di pura razza sono uccelli realmente impressionanti per via della loro taglia.

Purtroppo gli esemplari da esposizione sono veramente pochi. Ci sono probabilmente due ragioni che spiegano tale rarità. La richiesta di questa razza non è mai stata in primo luogo particolarmente alta, a parte l'uso comune di ibridazione tra un Embden ed un esemplare di altra razza; così gli allevatori non sono stati incoraggiati a produrre molti di questi uccelli; inoltre, anche i soggetti di alta qualità non hanno un prezzo particolarmente alto, comparato all'ammontare del lavoro svolto. In secondo luogo, gli uccelli da esposizione inglese sono divenuti in modo crescente sempre più rari. Generalmente, i paperi sono molto difficili da allevare per via della loro estrema delicatezza durante le prime settimane di vita. Le poche uova fertili sovente danno vita o a paperi grandi che spesso si mostrano poco sani e che non riescono a prosperare o a soggetti più piccoli, i quali ereditano evidentemente materiale genetico diverso, che, seppure più salubri, non raggiungono le dimensioni volute per poter essere classificati come esemplari da esposizione.

Sembra però che i maschi siano molto buoni per gli incroci, poiché sono molto attivi. Spesso si incrociano con la Tolosa, la Romana e perfino con la Cignoide. La femmina depone una decina di uova nella prima stagione, ma dopo aumenta la produzione di 20-30, secondo la varietà. Continuerà a deporre circa 25 uova fino ai 15 anni e a partire da quel momento il numero discenderà progressivamente.

Tuttavia taluni sostengono che dopo la prima stagione presentano una fertilità eccellente e che i paperi sgusciano bene. La femmina infatti, come descritto da James Sisson è una buona madre e cova con abbastanza regolarità. I pulcini solitamente non presentano differenze sessuali in se, benché diverse femmine abbiano il dorso di colore grigio verdognolo più scuro dei maschi.

L' Embden ha avuto anche le sue sconfitte negli altri paesi. Parr riferì che nella metà del XIX° secolo, erano anche veramente pochi gli Embden registrati. L'inondazione del 1863 sembra aver provocato l'estinzione virtuale di queste oche; solo pochi esemplari si salvarono per affrontare ulteriori esportazioni in America dal 1862 al 1882. Queste esportazioni probabilmente spiegano perché l' Embden americano è più agile rispetto al tipo inglese. Sembra sia più simile alla tipologia degli esemplari tedeschi: conformazione a cigno, con un collo più esile e sviluppato e con uno standard diverso da quello inglese. Gli Embden tedeschi infatti pesano1l /12 kg il maschio e 10 /11 kg la femmina.

 

Embden tedesco.

 

I testi dicono che, come gli Embden vennero esportati in Gran Bretagna così furono re-esportati in Germania. Brown, XX° secolo, pensò che l' Embden attuale è il risultato di un incrocio tra il bianco tedesco con oche bianche inglesi ( English Whites); altri pensarono vi sia intervenuta la Greys e Saddlebacks, che sostanzialmente sono, tutte e tre, la medesima razza in tre varietà di colore del piumaggio. Si tratta di un oca di antiche origini di dimensioni medie dai 6 agli 8 kg. Brown notò che molti Embden inglesi furono esportati posteriormente in Germania, così che i ceppi su ambo i lati del Mare del Nord, furono poco dissimili tra essi. Parr invece lo considerò quasi un abominio; il tipo inglese che vizia l'eleganza dell'originale! Secondo lui, i selezionatori tedeschi si lagnarono della grande testa e il collo massiccio: caratteristiche tipiche della Tolosa, come la bavetta e il fanone toracico o chiglia. Durante la Prima e la Seconda Guerra mondiale, fu ripresa meticolosamente la procreazione degli uccelli in Germania, e fu solo nel 1960 che l' Embden “originale” riacquistò la tipica morfologia. In un grande show di allora , in Germania, apparvero una cinquantina di questi uccelli, appena riscontrabili negli show britannici.

Tom Bartlett, di Gloucestershire, considerato l' esiguo numero di tipologia inglese, ha importato recentemente alcune di queste mastodontiche ed eleganti oche tedesche <<...che raggiungono un metro in altezza. Esse hanno un corpo lungo, così come un collo lungo, un doppio sacco ventrale e nessun accenno di chiglia>>. Forse è illuminante il fatto che, nelle richieste di Parr << gli Embden tedeschi non dovrebbero mostrare traccia alcuna di protuberanza tra l 'attaccatura del becco e la fronte>>; aspetti tipici della Cignoide; il che fa presumere che egli fosse al corrente di tale ibridazione. Forse allora era meno evidente la costolatura sul collo( aspetto delle oche occidentali di tipo “Anser”; quelle asiatiche come la Cignoide appunto e l' Africana, sono prive di costolatura) di queste oche, il che suggerirebbe che tale ibridazione sia avvenuta per riguadagnare l' aspetto originale degli Embden tedeschi. La testa dell'uccello tedesco è diversa dall' Embden inglese, più sottile e cesellata. Il tronco è piuttosto elegante soprattutto se visto di lato; dà l'impressione, nell'insieme, di una conformazione ovale. Il dorso ha una linea diritta. Queste importazioni in Inghilterra proseguono tuttora; forse l'attuazione di incroci delle due tipologie deciderà il futuro dell' Embden inglese; dovrà intervenire anche la genetica e la salute degli uccelli per determinare la riuscita di questo progetto.

Condividi post

Repost0

commenti

carlo 06/20/2011 12:33


finalmente un blog interessante !
carlo


allevamentoocadiembden 07/26/2011 19:43



Grazie molto gentile!



Présentation

  • : ALLEVAMENTO DELL' OCA DI EMBDEN
  • : Questo blog è stato creato per far conoscere agli appassionati dell' argomento l' oca di Embden. Un colosso di origine tedesca in pericolo di estinzione.
  • Contatti

Recherche

Liens