Overblog
Edit page Segui questo blog Administration + Create my blog
/ / /

 

 

I paperi di Embden hanno bisogno di molte più cure rispetto ad altre razze .Sono grandi, molto più grande dei piccoli di Tolosa, ed i più grandi paperi hanno bisogno di cure costanti e attente. È essenziale allevare i paperi su una superficie grezza, dove possono trovare una buona presa coi loro piedi, altrimenti potrebbero incorrere inconvenienti alle loro zampe alquanto delicate. Probabilmente è una buona norma non alimentare subito i nuovi nati e attendere piuttosto che comincino a reggersi in piedi; cosa che si facilita se si aspetta che vengano esaurite le riserve accumulate prima della schiusa. Riserve che i paperi assorbono dal tuorlo come loro primo alimento. Nell'attesa del primo pasto è importante che non corrano il rischio di disidratazione sotto una fonte di calore eccessiva.

Quando i paperi verranno alla luce si noterà una diversità di colore o sfumatura del piumino sul dorso; piccoli di Embden, come la prole della Sebastopoli o della Romana, sono autosessabili al colore per via di una sfumatura verdastra più scura sul dorso delle femmine e questo con una affidabilità di interpretazione dell' 80%. Se ciò non dovesse presentarsi è molto probabile che gli esemplari da cui sono nati non siano Embden puri.

I paperi di Embden hanno un accrescimento decisamente accelerato ed impressionante! Molto di più rispetto alle altre razze; per questa ragione, i piccoli non possono essere tenuti in gruppo con altri paperi di altre razze di dimensioni più piccole come i paperi di Cignoide per esempio, poiché dopo una sola settimana, questi ultimi correrebbero il rischio di essere schiacciati . Dopo tre o quattro settimane mostrano zampe enormi e spesse, necessarie per sostenere il loro peso. È importante evitare di farli ingrassare troppo. Essi infatti sviluppano prontamente depositi di grasso, soprattutto sul petto, per cui è meglio non esagerare col cibo altamente proteico. Tuttavia per favorire un ottimo sviluppo dovranno essere alimentati bene col giusto apporto proteico: 20/22 % nelle prime tre settimane; dalla quarta all'ottava settimana l' apporto proteico dovrà scendere al 18%; dall'ottava alla sedicesima un 16% è l' ideale e poi dovrà essere mantenuto per il resto della vita intorno ai 12/ 14 %. C'è un margine sottile tra una corretta alimentazione ed una o eccessiva o povera di proprietà alimentari; in entrambi i casi o per eccesso o per scarsità di queste si potrebbe incorrere in serie debilitazioni alle zampe e provocare le ali d' angelo. Pertanto l' alimentazione dovrà essere curata scrupolosamente. Ricordate che una qualche deficienza alimentare impedirà il raggiungimento delle dimensioni tipiche di questi colossi palmati. Una razza non adatta ai neofiti dato le cure da prodigare per la riuscita di esemplari in perfetta forma.

Gli Embden hanno bisogno di moto e di una grande quantità di foraggio, piuttosto che restare accovacciati davanti ad una ciotola di pellet ogni giorno. In Yorkshire era tradizione fare “passeggiare” le oche per fortificare gli uccelli. Un supplemento di lievito di birra in polvere è un ottimo aiuto per lo sviluppo armonico di queste oche e per il loro piumaggio.

Condividi pagina

Repost0

Présentation

  • : ALLEVAMENTO DELL' OCA DI EMBDEN
  • : Questo blog è stato creato per far conoscere agli appassionati dell' argomento l' oca di Embden. Un colosso di origine tedesca in pericolo di estinzione.
  • Contatti

Recherche

Liens